Fondo libretti - Conservatorio di musica di Padova

Sacra rappresentazione di Abram e d'Isaac, La

FEO BELCARI/ LA SACRA/ RAPPRESENTAZIONE/ DI ABRAM E D'ISAAC/ ADATTATA NEL TESTO A CURA DI ONORATO CASTELLANO/ MUSICA DI/ ILDEBRANDO PIZZETTI/ RIPRISTINO 1949/ G. RICORDI & C./ MILANO/ ROMA - NAPOLI - PALERMO - LEIPZIG/ PARIS: SOC. ANON. DES ÉDITIONS RICORDI/ LONDON: G. RICORDI & CO., (London) Ltd./ NEW YORK G. RICORDI & Co., Inc./ BUENOS AIRES: RICORDI AMERICANA S.A./ S. PAULO: RICORDI BRASILEIRA/ ANNO MCMXXIX

Type
Opera  
Carte
16  
Struttura Frontespizio
Copertina con illustrazione  
Dimensioni
13,7 x 19,4 cm  
Tipografo
G. Ricordi & C.  
Editore
Ricordi G. & C.  
Stampa
Milano, 1929 (1949 ripristino)  
Segnatura
LIBRETTI/ BUSTA 57/ 8  
Libretto
Belcari Feo, Castellano Onorato (adattamento)  
Musica
Pizzetti Ildebrando  
Atti
3 parti  
Personaggi Interpreti
L'ANGIOLO, che annunzia la festa e licenzia il popolo; L'ANGIOLO, che prima comanda il sacrificio e quindi appare sul monte; VOCI del CIELO
Personaggi recitanti: ABRAM patriarca; SARRA sua moglie; ISAAC loro figlio; Un servo della casa di Abram; Un altro servo  
Cori Comparse
Ballerini: Ancelle; Servi; Popolo  
Mutamento Scene
I: Le case di Abram, sparse sullo spiazzo erboso, raccolte attorno alla corte, e chiuse di lontano da una bassa siepe. A destra, l'abitazione del Patriarca e degli uomini. L'entrata ha, in luogo della prota, una tenda; nella parete verso la corte è una finestrella molto visibile. A sinistra, s'intravvede la dimora di Sarra e delle ancelle: da un lato, il pozzo. In fondo, il monte. All'aprirsi del velario è ancor notte. A poco a poco albeggia. Il chiarore dell'alba è però vinto da un vivo raggio che, scendendo dal cielo, va per la finestrella a scoprire in piena luce Abram che dorme, rivelando, accorso a lui, Isacco e i famigliari. Dentro quel raggio, scende l'Angiolo il quale chiama Abram
II: Albeggia. La luce del mattino scopre a poco a poco il vertice, poi i dorsi del monte. A destra appaiono, da un ronchio, salendo già stanchi, Isaac e Abram, Isaac posa il fastelletto di legne e guarda il padre con nuove e ansiose interrogazioni.
III: Si muta la scena. Tornano alla veduta degli spettatori le case di Abram. Isaac e Abram ricompaiono allo svolto di sentiero per cui erano dapprima scomparsi. Rapidamente, sul cominciare della salita vanno loro incontro i servi e uno dice  
Disponibile al prestito
Disponibile solo per consultazione