Fondo libretti - Conservatorio di musica di Padova

Anima allegra

GIUSEPPE ADAMI/ ANIMA ALLEGRA/ COMMEDIA LIRICA IN 3 ATTI/ (DA "GENIO ALEGRE" DEI FRATELLI QUINTERO/ ADATTAMENTO SCENICO DI LUIGI MOTTA/ MUSICA DI/ FRANCO VITTADINI/ RIPRISTINO 1949/ G. RICORDI & C./ MILANO/ ROMA - NAPOLI - PALERMO - LEIPZIG/ PARIS: SOC. ANON. DES ÉDITIONS RICORDI/ LONDON: G. RICORDI & Co., (LONDON) Ltd./ NEW-YORK: G. RICORDI & Co./ BUENOS AIRES: RICORDI AMERICANA S.A:/ S. PAULO: RICORDI BRASILEIRA

Type
Opera  
Carte
32  
Struttura Frontespizio
Copertina in cartoncino arancio con illustrazione  
Dimensioni
13,3 x 19,8 cm  
Editore
Ricordi G. & C.  
Num Editoriale
118071  
Stampa
Milano, 1949 (ripristino)  
Segnatura
LIBRETTI/ BUSTA 62/ 1  
Libretto
Adami Giuseppe, Motta Luigi (adattamento scenico)  
Musica
Vittadini Franco  
Atti
3  
Scene
I, 1; II, 1; III, 1  
Personaggi Interpreti
CONSUELO: Soprano; DONNA SACRAMENTO: Mezzosoprano; CORALITO: Soprano; CARMEN; FRASQUITA; MIRIQUITA; AURORA; PEDRO: Tenore; DON ELIGIO: Basso comico; LUCIO: Tenore; TONIO; DIEGO; RAMIRREZ; UN CANTORE; UN GITANO  
Cori Comparse
Coro: Venditrici di fiori; la folla; le friggitrici; un gruppo di beoni / Comparse: Gitani; Gitane; Andalusi; Andaluse; Cameriere; Domestici; Ragazzi  
Luogo
Alminar de la Rejna, verso il 1830  
Mutamento Scene
I: Ad Alminar de la Rejna, nell'ampio antico e silenzioso palazzo di Donna Sacramento, Marchesa degli Arrayanes. - In alto un loggiato dal quale si accede alle camere superiori. - Nel mezzo della loggia una finestra grande, con balcone, che guarda sulla strada. - In basso un'altra finestra, una vasta porta a destra che dà sullo scalone interno, porte laterali. - Mobili grevi e massicci: una cassapanca, alcuni seggioloni, un gran tavolo. - Alle pareti alcuni ritratti di illustri antenati. Una lampada pende dall'alto. È il pomeriggio avanzato.
II: Ampio spiazzo che domina Alminar de la Rejna. A sinistra e a destra le caracche dei gitani, improvvisate con tende variopinte. lo spiazzo è limitato tutt'intorno da un muricciolo che, nel fondo, è aperto a lasciar adito a chi sale e che scende il pendio. Sovrastano di poco il muro i tetti e i comignoli dalle case più vicine, e la sommità della Chiesa del Carmine. Lo svelto campanile, invece, s'innalza in tutta la sua parte superiore. La città va degradando verso sinistra. A destra si distende l'ampia campagna, dorata da un magnifico sole. Sullo spiazzo, un poco a sinistra, è un vecchio pozzo.
III: il Patio.  
Corpo Ballo
Ballerine: Due gitanelle  
Disponibile al prestito
Disponibile solo per consultazione