Fondo libretti - Conservatorio di musica di Padova

Rosiera

CARLO ZANGARINI/ ROSIERA/ IDILLIO TRAGICO/ IN TRE ATTI/ PER LA MUSICA/ DI/ VITTORIO GNECCHI

Type
Opera  
Carte
25  
Struttura Frontespizio
Copertina in cartoncino grigio con motivo rosso  
Dimensioni
15,5 x 20,8 cm  
Editore
Arti Grafiche G. Grassi  
Stampa
Milano  
Segnatura
LIBRETTI/ BUSTA 65/ 2  
Libretto
Zangarini Carlo  
Musica
Gnecchi Vittorio  
Atti
3  
Scene
I, 14; II, 10; III, 6  
Personaggi Interpreti
IL BARONE DI SALENCY: Baritono; PERDICANO, suo figlio: Tenore; CAMILLA, sua nipote: Mezzosoprano; MAESTRO BLAZIUS, aio di Perdicano: Basso; ROSETTA, sorella di latte di Camilla: Soprano; DAMA PLUCHE, governante di Camilla: Mezzosoprano  
Cori Comparse
Paesani e paesane; Giovani signori; Dame; Gentiluomini e fanciulle; Valletti  
Luogo
Nel Castello di Salency e nel villaggio . prima metà del XVIII secolo.  
Mutamento Scene
I, 1 - 14: Alla destra un terrazzo su lquale si aprono larghe invetriate che lasciano intravedere l'atrio d'ingresso del castello baronale di Salency: terrazzo si discende nel giardino per una ampia scalinata. Alla sinsitra, sul davanti, un pergolato, che si perde internandosi; più al fondo un viale alberato; tra il viale e il pergolato si stente una fresca zona prativa. Il giardino è diviso dai campi dauna ricca cancellata; a metà circa s'apre il cancello. nel fondo, a destra, la cancellata muore tra gli alberi del bosco; tra il palazzo e il bosco gira un viale. nel mezzo, non lontano dalla scalinata un sedile di marmo. Alla destra, nel fondo, si intravedono le torri del castello. - È una mattina di Giugno. Nella sala un gruppo di dane e di gentiluomini accoglia festosamente Maestro Blazius e Dama Pluche: l'uno il precettore del giovane Perdicano, figlio del barone di Salency, l'altra la governante di Camilla, nipote del barone. Essi hanno ricondotto al castello i cugini: il giovane di fresco addottoratosi e la fanciulla uscita di collegio. I signori circondano Blazius, le dame dama Pluche.
II, 1 - 10: Una piazza del villaggio di Salency, sul tramonto. Il villaggio è in gran festa; la Rosiera ha ricevuto il suo cappello di rose dalle mani del parroco, ora è in chiesa per l'ultima cerimonia del ringraziamento. La chiesa a destra, nel fondo la casa di Rosetta, più avanti il pergolato e l'orto. A sinistra una via fiancheggiata da grossi alberi ombrosi; la via si apre in una piccola piazza, davanti la chiesa, e continua a destra in fondo, con la linea degli alberi verdi. Nel mezzo della scena il banchetto simbolico della Rosiera, imbandito con la frugalità rituale, coperto di fiori. Il popolo sta attendendo sulla piazza l'uscita della Rosiera dalla chiesa; Maestro Blazius, un poco brillo, è circondato e bersagliato di domande.
III, 1- 6: Un ripiano alberato nel giardino del castello. - Alla sinistra un chiostro verde con una stuatua di Amore fanciullo. - Un ricco sedile appresso. - Verso destra, una larga e lunghissima scalea praticabile conduce ad una alta terrazza del giardino tutta fiorita, ornata di statue e di piccoli obelischi. La scalea ha balaustrate di marmo scolpito; ad ogni ripiano grandi vasi riboccanti di rose rosse. - In alto, a destra, il profilo di un tempietto marmoreo circolare, con una statua di dea. - Altre statue per il giardino. - Nel fondo, a sinistra, appare un fianco del castello. - Alla destra, sul davanti, un viale di bossi, tagliati all'italiana. - Splende il sole. Camilla, seduta alla sinistra, accarezza in gentile materno il capo di Rosetta, che le sta inginocchiata ai piedi.  
Disponibile al prestito
Disponibile solo per consultazione