Fondo libretti - Conservatorio di musica di Padova

Adriana Lecouvreur

Adriana Lecouvreur/ COMMEDIA - DRAMMA/ DI E. SCRIBE ED E. LEGOUVÉ/ RIDOTTA IN QUATTRO ATTI PER LA SCENA LIRICA/ DA/ A. COLAUTI/ MUSICA DI/ Francesco Cilea/ [fregio]/ MILANO/ EDOARDO SONZOGNO, EDITORE/ 14 - Via Pasquirolo - 14/ "Entered according to the Act of Congress/ in the year 1902 by Edoardo Sonzogno, Editore, in the office/ of the LIbrarian of Congress at Washington"

Type
Opera  
Carte
50  
Struttura Frontespizio
Cop. in cartoncino bianco  
Dimensioni
13,5 x 19,6 cm  
Tipografo
Casa Musicale Edoardo Sonzogno  
Editore
Stabilimento di Edoardo Sonzogno  
Stampa
Milano, 1902  
Segnatura
LIBRETTI/ BUSTA 19/ 14  
Libretto
"Scribe Eugène, Legouvé Ernest; Colauti A. (riduzione per la scena lirica) "  
Musica
Cilea Francesco  
Atti
4  
Scene
I, 10; II, 11; III, 11; IV, 8  
Personaggi Interpreti
(a matita manoscritto "Bari Politeama 23 aprile 1904", sotto a penna, manoscritto, "Teatro Verdi - Padova, 9 giugno 1906") MAURIZIO, Conte di SASSONIA: Sig. Giorgio Pezzutti, Tenore; IL PRINCIPE DI BOUILLON: Sig. Michele Wigley, Basso; L'ABATE DI CHAZEUIL: Sig. Cesare Spadoni, Tenore; MICHONNET, direttore di scena alla Comédie Française: Sig. Virgilio Bellati, Baritono; QUINAULT, socio della Comédie: Sig. Pietro Francalancia, Basso; POISSON, idem: Sig. Umberto Pittarello, Tenore; MAGGIORDOMO, idem; ADRIANA LECOUVREUR, della Comédie: Sig.ra Gilda Longari Ponzone, Soprano; LA PRINC.SSA DE BOUILLON: Sig.ra Maria Pia Bertolucci, Mezzosoprano; MAD.LLA JOUVENOT, socia della Comédie: Sig.ra Elvira Lucca, Soprano; MAD.LLA DANGEVILLE, idem: Sig.ra Tisbe Marchi, Mezzosoprano
 
Cori Comparse
Coro: Dame; Signori; Servi di scena; Valletti / Comparse: La Duchessa d'Aumont; La Marchesa; La Baronessa; Una cameriera
 
Luogo
Parigi nel Marzo del 1730  
Mutamento Scene
I: Il foyer della Commedia Francese. Sala quadrangolare di stile Rinascimento. Nel mezzo, in fondo, caminetto adorno del busto di Molière. Quattro porte laterali. Una grande a sinistra comunica colla scena, una piccola, a destra, coi camerini. Quella a sinistra, sul davanti, conduce ai palchetti. Quella di destra è l'entrata degli artisti. Ai lati della scena, due mensole a specchi con vari oggetti teatrali. Presso al caminetto acceso un piccolo paravento, una tavola dorata, poltroncine, sedie e sgabelli di damasco fiorito, disposti in semicerchio: a destra, in fondo, un tavolino da giuoco con sopra una scacchiera: nel mezzo altre poltrone e un canapè. Sulle mensole doppieri accesi. Il fuoco arde nel caminetto.
II: Il nido della Grande-Batelière. Salotto esagonale, semplice, ma elegante, nella villetta dell'attrice Duclos alla Grange-Batelière. In fondo e più in alto gran porta a vetri, che sà su una loggia, da cui per ampia gradinata marmorea si scende in giardino. Vedesi di scorcio il viale che mena al cancello e il parapetto a balaustra, sotto il quale scorre la Senna. La luna nova diffonde il suo timido pallor sulle piante ancor quasi nude e sulle statue allineate secondo lo stile euritmico dell'epoca. A sinistra una porta dà nell'interno dell'appartamento. Ogni parete ha unuscio: quello del primo lato a destra reca in un gabinetto. Di fianco a questa, mascherata nella tappezzeria, una porticina segreta. Quello di sinistra dà nella sala da pranzo. Nel mezzo, verso dritta, un tavolino con sopra un candelabro a due rami con le candele accese: presso il tavolino una poltrona, più in là un canapè a sgabelli. A sinistra un'alta specchiera mobile: più in fondo un altro tavoliere con altri candelabri.
III: Il palazzo Bouillon. La galleria dei ricevimenti in ricco stile barocco. Porta grande di mezzo e due grandi arcate di fianco colle tende calate. A sinistra, nell'angolo estremo, un rialto coperto di tappeti. Due usci a destra e due a sinistra. Grandi ritratti e ggrandi specchiere nei riquadri alle pareti. Diagonalmente a destra un duplice ordine di canapè, poltrone e sgabelli dell'epoca. A sinistra altre poltrone e sedie. È prima sera.
IV: La casa d'Adriana. Salottino elegante pieno di ninnoli graziosi. nel fondo, un uscio chiuso e una finestra: l'uscio è quello della camera da letto: la finestra dà sul giardino, i cui alberi appena cominciano a rivestirsi di fronde. Due usci laterali: quello di sinistra reca alla sala da pranzo, e l'altro nell'anticamera. A sinistra un caminetto col fuoco acceso, presso al quale sono una piccola scrivania e una piccola poltrona: più innanzi una sedia a sdraio. A destra un'etagère e una piccola poltroncina, sulla quale è gettato uno scialle. Più in là un cavalletto coi trofei artistici della celebre attrice. Pomeriggio di marzo, presso al tramonto.  
Note
I nomi degli interpreti manoscritti a penna. Su copertina, prima carta e fronstespizio timbro: "Istituto Musicale Cesare Pollini - Padova".  
Corpo Ballo
PARIDE, pastorello frigio; MERCURIO, messaggero di Giove; GIUNONE, dea della Serenità; PALLADE, dea della Forza e della Saggezza; VENERE, dea della Bellezza/ BALLERINI: IRIDI; AMAZZONI; CARITI; AMORINI  
Disponibile al prestito
Disponibile solo per consultazione