Fondo libretti - Conservatorio di musica di Padova

Erodiade

ERODIADE/ OPERA-BALLO IN QUATTRO ATTI/ DEI SIGNORI/ A. ZANARDINI, P. MILLIET, H. GRÉMONT/ (Versione ritmica dal francese di A. ZANARDINI)/ MUSICA DI/ G. MASSENET/ REGIO STABILIMENTO RICORDI/ MILANO/ FIRENZE ROMA NAPOLI

Type
Opera  
Carte
23  
Struttura Frontespizio
Cop. in cartoncino con illustrazione  
Dimensioni
13,3 x 20 cm  
Editore
Stabilimento Ricordi  
Stampa
Milano, 7  
Segnatura
LIBRETTI/ BUSTA 2/ 10  
Libretto
Zanardini Angelo, Milliet Paul, Gremont Henri  
Musica
Massenet Jules  
Atti
4  
Scene
I, 1; II, 2 parti; III, 2 parti; IV, 2 parti  
Personaggi Interpreti
ERODE, Re di Galilea: Baritono; JOKANNA, il Precursore: Tenore; FANUELE, astrologo caldeo: Basso; VITELLIO, proconsole di Roma in Siria: Baritono; ERODIADE: Soprano; SALOMÉ, sua figlia: Soprano; UNA GIOVINE BABILONESE: Soprano; UNA VOCE NEL TEMPIO: Tenore; IL SOMMO SACERDOTE: Tenore  
Cori Comparse
Schiave; Giovani Israelite; Cananee; Sacerdoti; Leviti; Soldati; Galilei; Samaritani; Farisei; Sadducei; Etiopi; Nubi; Arabi; Romani  
Luogo
L'azione si svolge a Gerusalemme (Giudea) verso l'anno 30° dalla nascita di Gesù Cristo.  
Mutamento Scene
I, scena unica: Un gran cortile nell'interno del palazzo di Erode. In distanza, il Mar Morto, circondato dalle colline della Giudea. - È l'alba - quasi notte ancora. I condottieri sono addormentati a terra presso alla barriera che separa il palazzo dalla valle, ove riposano le carovane, aspettando che si faccia giorno.
II, scena unica: Le stanze di Erode. Le ampie pareti sono coperte di damaschi rossi, listati in nero. Alcune travette di cedro, dorate alle giunture le inquadrano; ad esse sono sospese armi di varie specie. - La stanza forma un pentagono regolare; piccoli usci sul davanti e nel fondo. Il mobilio si compone di sgabelli d'ebano sul lato sinistro. Questo letto bassissimo è composto di coreggie bianche intrecciate e coperto di ricche stoffe; candelabri di bronzo, sostenuti da sfingi; bracieri d'argento, ripieni di nardo e cinnamomo; pezzi giganteschi d'ambra; vasche di porfido; corna di antilope, adorne di anelli e bracialetti. - All'alzarsi della tela, Erode è adagiato svogliatamente sul letto, mentre schiave nubie, greche e babilonesi stanno corcate nel fondo, o intorno al letto del re in pose lascive e pittoresche; una fra esse è appoggiata ai piedi del letto stesso.
III, parte prima: La dimora di Fanuele. Nel fondo un gran vano, da cui si scorge il cielo stellato e si domina Gerusalemme./ parte seconda: Il sacro Tempio. Ampia navata del Tempio di Salomone che immette al Sacrario. Nel fondo il Sacrario. A destra una cancellata che dà alle prigioni. All'alzarsi della tela, la scena è deserta. Salomè, spossata, è appoggiata ad una colonna del Tempio.
IV, parte prima: Un sotterraneo del Tempio./ parte seconda: Il Festino. Una gran sala nella reggia. Attraverso ai portici si scorge di Gerusalemme.  
Disponibile al prestito
Disponibile solo per consultazione