Fondo libretti - Conservatorio di musica di Padova

Amore dei tre re, L'

L'AMORE DEI TRE RE/ POEMA TRAGICO IN TRE ATTI/ DI/ SEM BENELLI/ MUSICA DI/ ITALO MONTEMEZZI/ [fregio]/ G. RICORDI & C./ Editori - Stampatori/ MILANO - ROMA - NAPOLI - PALERMO - PARIGI - LONDRA - LIPSIA/ BUENOS AIRES - NEW YORK/ (Copyright MCMXIII, by G. Ricordi & Co.)/ (Printed in Italy)

Type
Opera  
Carte
18  
Struttura Frontespizio
Cop. in cartoncino con decorazione  
Dimensioni
13,5 x 20 cm  
Editore
G. Ricordi & C.  
Num Editoriale
114652  
Stampa
Milano, 1913 (copyright)  
Fondo
Enrico Giachetti  
Segnatura
LIBRETTI/ BUSTA 2/ 1  
Libretto
Benelli Sem  
Musica
Montemezzi Italo  
Atti
3  
Scene
I, 1; II, 1; III, 1  
Personaggi Interpreti
ARCHIBALDO, Basso; MANFREDO, Baritono; AVITO, Tenore; FLAMINIO, Tenore; Un giovinetto, Tenore; Un fanciullo, Voce interna; Voce interna, Tenore; FIORA, Soprano; Ancella, Soprano; Una giovanetta, Soprano; Una vecchia, Mezzosoprano  
Cori Comparse
Gente d'Altura: uomini, donne giovani e vecchie  
Luogo
Nel Medioevo, in un remoto castello d'Italia, quarant'anni dopo un'invasione barbarica  
Mutamento Scene
I: Spaziosa sala del castello. Due archi ben misurati aprono le belle curve alla vista di una terrazza a colonne, e della notte poco innanzi l'alba. Una lanterna, come un segnale, rossastramente splende rivolta verso la campagna. Nel buio della sala rilucono i mosaici del soffitto sopra le arcata, sopra le porte di destra e sinistra. Le colonne e i capitelli medioevali, incroci bizzarri, ma armoniosi di stili, s'intrecciano e si incontrano paurosamente.
II: Terrazza sulle alte mura del castello; una terrazza tondeggiante. In cima al muro che la cinge, smerlato, più alto d'un uomo, si giunge con una scaletta a metà del fondo. Una panchina di pietra, larga un metro, alta fino al ginocchio, gira torno torno, accosto al muro. Si giunge per due porte laterali. Pomeriggio: il cielo scoperto è corso da nubi cangianti, estive. Squilli di tromba chiamano a raccolta.
III: La cripta della chiesa del castello. Nel mezzo è Fiora, vestita di bianco, distesa su di un letto di fiori. Un gruppo di donne velate, giovani e vecchie, le stanno d'intorno, ma con timorosa distanza. Un gruppo d'uomini è più in fondo. Dall'interno della chiesa giunge la voce del coro.  
Note
Timbro in rilievo: G. RICORDI/ [numeri illeggibili]  
Disponibile al prestito
Disponibile solo per consultazione