Fondo libretti - Conservatorio di musica di Padova

Thaïs

THAÏS/ DRAMMA LIRICO IN TRE ATTI E SETTE QUADRI/ PAROLE DI/ LUIGI GALLET/ (Dal romanzo di ANATOLE FRANCE)/ musica di/ MASSENET/ Traduzione ritmica/ di/ A. GALLI/ [fregio]/ MILANO/ SOCIETÀ EDITRICE SONZOGNO/ 14 Via Pasquirolo 14

Type
Opera  
Carte
27  
Struttura Frontespizio
Cop. in cartoncino grigio con scritte in rosso  
Dimensioni
13,3 x 19,8 cm  
Tipografo
Mattarelli  
Editore
Casa Editrice Sonzogno  
Stampa
Milano, 1911  
Fondo
Lascito Pistorelli  
Segnatura
LIBRETTI/ BUSTA 12/ 7  
Libretto
Gallet Luigi  
Musica
Massenet Jules  
Atti
3  
Scene
I, 2 quadri; II, 2 quadri; III, 3 quadri  
Personaggi Interpreti
ATANAELE, Cenobita: Baritono; NICIA, giovane filosofo sibarita: Tenore; PALEMONE, vecchio Cenobita: Basso; UN SERVO, Baritono; THAÏS, commediante e cortigiana, Soprano; CROBILA, schiava, Soprano; MIRTALE, schiava: Mezzosoprano; ALBINA, abbadessa: Mezzosoprano; UN'AMMALIATRICE (PEL BALLO); Cenobiti: Bassi  
Cori Comparse
Istrioni e commedianti; Filosofi; Amici di Nicia; Popolo; Monache, compagne d'Albina.  
Mutamento Scene
I, quadro primo: La Tebaide. Le capanne dei Cenobiti sulle rive del Nilo. (Non è ancora il tramonto. [...]). VISIONE: Avvolto nella nebbia, appare l'interno del teatro d'Alessandria. Immensa folla sulle gradinate. Thaïs, semignuda, e il viso velato, esprime mimeticamente gli amori d'Afrodite. Si acclama Thaïs. La visione sparisce. Aggiorna a poco a poco.)/ quadro secondo: In Alessandria. Il terrazzo della casa di Nicia. A destra ampia cortina, dietro la quale si trova la sala preparata pel banchetto.
II, quadro primo: In casa di Thaïs. Thaïs si presenta accompagnata da alcuni istrioni e da un piccolo gruppo di commedianti. Ella fa loro cenno di allontanarsi./ quadro secondo: Innanzi giorno. In una piazza davanti alla casa di Thaïs. Sotto il portico la statua d'Eros, cui è accesa su un stilobate, una lampada. La luna rischiara ancora la piazza. Ai piedi dei gradini del portico, Atanaele è coricato sul pavimento. In fondo, a destra, una casa, nella quale sono adunati Nicia e i suoi compagni di piacere. Le finestre di questa casa sono illuminate. Odesi vagamente una musica di festa.
III, quadro primo: L'oasi. (Un pozzo sotto i palmizi. Più lontano un rifugio fra la verzura. Ancora più lungi, sul margine della sabbia arsa dal sole, le bianche celle del ritiro d'Albina. Il sole è allo zenit. Sotto i palmizi, parecchie donne procedono, una ad una, in silenzio, scendendo al pozzo, risalendo e allontandosi.)/ quadro secondo: Le Tebaide. Le capanne dei Cenobiti sulle rive del Nilo. Il cielo è infuocato dal lato occidentale; minaccia un uragano. I monaci hanno appena terminato di prendere cibo: essi levano gli occhi al cielo con arcano terrore. Raffiche lontane del Simoun./ quadro terzo: La morte di Thaïs. I giardini del monastero d'Albina. Thaïs è coricata all'ombra di un albero gigantesco, immota come morta. Le sue compagne ed Albina le sono attorno.  
Note
Timbro:"Biblioteca Liceo Musicale Cesare Pollini - Padova". Timbro a secco: ES  
Disponibile al prestito
Disponibile solo per consultazione