Fondo libretti - Conservatorio di musica di Padova

Guarany, Il

IL GUARANY/ OPERA-BALLO IN QUATTRO ATTI/ LIBRETTO DI/ ANTONIO SCALVINI/ MUSICA DI A. CARLOS GOMES/ Proprietà degli Editori . - Deposto a norma dei trattati internazionali./ Tutti i diritti d'esecuzione, rappresentazione, riproduzione, traduzione e trascrizione/ sono riservati./ [fregio]/ G. RICORDI & C./ EDITORI - STAMPATORI/ MILANO - ROMA - NAPOLI - PALERMO - PARIGI - LIPSIA - BUENOS AIRES/ NEW YORK: BOOSEY & C./ (Printed in Italy)

Type
Opera  
Carte
24  
Struttura Frontespizio
Cop. in cartoncino rosso con cornice  
Dimensioni
13 x 20 cm  
Editore
Ricordi G. & C.  
Stampa
Milano  
Fondo
Lascito Pistorelli  
Segnatura
LIBRETTI/ BUSTA 10/ 13  
Libretto
Scalvini Antonio  
Musica
Carlos Gomes Antonio  
Atti
4  
Scene
I, 5; II, 8; III, 6; IV, 6  
Personaggi Interpreti
DON ANTONIO DE MARIZ, Vecchio hidalgo portoghese: Basso; CECILIA, sua figlia: Soprano; PERY, capo della tribù dei Guarany: Tenore; DON ALVARO, avventuriere portoghese: Tenore; GONZALES, avventuriere spagnolo, ospite di Don Antonio: Baritono; RUY-BENTO, idem: Tenore; ALONSO, idem: Basso; IL CACICO, capo delle tribù degli Aimorè: Basso o Baritono; PEDRO, uomo d'arme di Don Antonio: Basso  
Cori Comparse
Coro: Avventurieri di diverse nazioni; Uomini e Donne della colonia portoghese; Selvaggi della tribù degli Aimorè / Comparse: Avventurieri di diverse nazioni; Uomini e Donne della colonia portoghese; Selvaggi della tribù degli Aimorè

 
Luogo
La scena ha luogo nel Brasile, a poca distanza da Rio-Janeiro. Epoca 1560  
Mutamento Scene
I, 1 - 5: Pianata dinanzi al castello di Don Antonio de Mariz. All'alzarsi del sipario la scena è vuota; attraversano la scena alcuni gruppi di comparse, portando al collo dei cervi ed altri selvatici di generi diversi: odonsi internamente suoni di caccia. Indi vengono il coro di cacciatori, don Alvaro, Gonzales, Ruy, Alonso, Avventurieri.
II, 1 - 3: La grotta del selvaggio. A destra un'ampia grotta che occupa metà della scena, a sinistra un folto bosco; presso la grotta vi è un grosso tronco d'albero spezzato dal fulmine. È notte./ 4 - 5: La caserma degli avventurieri. Camera di rozzo aspetto, armi appese, giacigli, tavole e rozze panche, anfore di vino e bicchieri./ 6 - 8: La camera di Cecilia. Alcova a destra con letto; gran finestrone aperto; tavolino con lampada; altro mobile presso la finestra, su cui una chitarra spagnuola; porta chiusa nel fondo; un raggio di luna innonda la stanza e si riflette sull'alcova.
III, 1 - 6: Il campo degli Aimorè. Sul limitare di una foresta, ed a poca distanza dal castello che si scorge nel fondo. Il campo ha l'aspetto animato; si riparano i guasti del giorno innanzi. Alcune donne medicano i feriti; spremono frutti e versano da bere nel coco ai guerrieri della tribù. Questi preparano ed aguzzano freccie, e provano i loro archi. A destra una specie di tenda del Cacico, composta di fogliami di palma. D'alcune pietre presso la tenda sorge un fumo aromatico. I fanciulli corrono da un lato all'altro e prestano aiuto alle donne. A sinistra presso un grand'albero sta Cecilia prigioniera; essa è velata ed in doloroso atteggiamento. Alcuni Aimoré la custodiscono.
IV, 1 - 5: I sotterranei del castello rischiarati da una face confitta in un pilastro. Una porta nel fondo con una scala, che conduce agli appartamenti. Una rozza porta a destra, che comunica cogli altri sotterranei. Una piccola porta a sinistra. Da un lato vari barili di polvere accatastati./ 6: Si vede da lungi il campo degli Aimorè e sopra una collina Cecilia, che alla catastrofe del castello cade in ginocchio sorretta da Pery, che le addita il Cielo. Quadro generale.  
Note
Timbro:"Biblioteca Liceo Musicale Cesare Pollini - Padova". Timbro a inchiostro: E. MELOTTI/ MUSICA E CARTOLERIA/ Via Lanza/ CASALE M. Timbro a secco: G. RICORDI/ 2 09  
Corpo Ballo
Uomini e Donne della tribù degli Aimorè.  
Disponibile al prestito
Disponibile solo per consultazione