Fondo libretti - Conservatorio di musica di Padova

Allan Cameron

ALLAN CAMERON/ PAROLE DI/ FRANCESCO MARIA PIAVE/ MUSICA DEL CAVALIERE/ GIOVANNI PACINI/ DA RAPPRESENTARSI/ Nel Teatro Filarmonico di Verona/ la Quaresima del 1854/ MILANO/ COI TIPI DI FRANCESCO LUCCA

Type
Opera  
Carte
12  
Struttura Frontespizio
Copertina in carta rosa con cornice a stampa  
Dimensioni
11 x 17 cm  
Tipografo
Lucca Francesco  
Editore
Lucca Francesco  
Stampa
Milano  
Segnatura
LIBRETTI/ BUSTA 24/ 8  
Libretto
Piave Francesco Maria  
Musica
Pacini Giovanni  
Atti
4  
Scene
I, 6; II, 7; III, 4; IV, 7  
Personaggi Interpreti
CARLO II, Re di Scozia: Sig. Giovanni De Vecchi; ALLAN CAMERON, capo del clan de' Cameron: Sig. Luigi Dalla Santa; EDITTA, di lui figlia: Sig.a Fanny Salvini-Donatelli; EVANO, di lui fratello: Sig. Luigi Gambardella; MALVINA, confidente di Edita: Sig.a Emilia Cheldi; GIONATA, Generale del Parlamento: Sig. N.N.  
Cori Comparse
Coro uomini: Montanari, Capi de' clan, Pescatori Scozzesi, Officiali puritani / Coro donne: Donzelle Scozzesi, Mogli dei capi, Pescatrici / Comparse: Montanari, Servi di Allano, Soldati puritani, Pesctori  
Luogo
Scena: La Scozia - Epoca 1651  
Mutamento Scene
ATTO I, Scena I- II: Vallata nella contea di Sterlinga, attorniata da erti monti. Avvi un torrente, oltre il quale torreggia il castel di Lochiello./ Scena III- VI: Appartamenti di Editta nel castel di Lochiello.
ATTO II, Scena I- III: Appartamenti come nell'atto primo. La Scena è vuota: odonsi dal di fuori suoni di cornamusa, ed il seguente canto de' Montanari:[...]/ Scena IV- VII: Sala terrena nel castel di Lochiello; sonvi nel fondo grandi arcate chiuse da finestroni; intorno alle pareti stanno disposti archi, moschetti, trofei guerreschi, arnesi di pesca e caccia.
ATTO III, Scena I- IV: Confine d'iìun bosco lungo la spiaggia del mare, sparso di peschereccie capanne. Il sole è al tramonto. Alcuni vecchi pescatori sono intenti colle lor donne a stendere e rattoppare le reti, altri giungono in barca, donde asportano la fatta preda. Si vede in lontano un vascello pronto a salpare.
ATTO IV, Scena I- VII: Sala terrena in una vecchia Abbazia mezzo diroccata, sonvi due porte laterali, ed un segreto addito. E' notte: tutta la luce viene da un fanale. La musica esprime l'infuriare d'una procella.  
Note
Timbro: "Istituto Musicale Cesare Pollini - Padova".  
Disponibile al prestito
Disponibile solo per consultazione